Tre bandi per la REGIONE CALABRIA: Attività ricettive, borghi e internazionalizzazione

Tre bandi per la REGIONE CALABRIA: Attività ricettive, borghi e internazionalizzazione

Bando attività ricettive, della ristorazione e dei servizi turistici e culturali – Regione Calabria L’obiettivo della misura è quello di Sostenere le imprese nei settori della ricettività extralberghiera, della ristorazione di qualità e dei servizi turistici e culturali.   Beneficiari Possono presentare domanda, in forma singola o associata: Le micro, piccole e medie imprese (MPMI),

Bando attività ricettive, della ristorazione e

dei servizi turistici e culturali – Regione Calabria

L’obiettivo della misura è quello di Sostenere le imprese nei settori della ricettività extralberghiera, della ristorazione di qualità e dei servizi turistici e culturali.

 

Beneficiari

Possono presentare domanda, in forma singola o associata:

  • Le micro, piccole e medie imprese (MPMI), indipendentemente dalla loro forma giuridica;
  • I lavoratori autonomi;
  • Le persone fisiche che intendono costituire un’impresa.

L’unità operativa dei beneficiari deve trovarsi presso un Comune calabrese, ad esclusione di quelli rientranti nella Strategia Regionale Aree Urbane.

 

Interventi ammissibili

Gli interventi devono essere finalizzati a:

  • Ambito 1: consentire alle strutture ricettive il conseguimento dei requisiti minimi o dei livelli di classificazione più elevati previsti dalla normativa regionale;
  • Ambito 2: migliorare la qualità e la conoscenza delle produzioni enogastronomiche tipiche e di eccellenza regionali;
  • Ambito 3: accrescere l’offerta di servizi turistici e culturali innovativi.

 

Spese Ammissibili

  • Progettazioni, studi di fattibilità, spese di fidejussione;
  • Macchinari, impianti, arredi e attrezzature; mezzi mobili, identificabili singolarmente e a servizio esclusivo dell’unità produttiva;
  • Opere murarie per la riqualificazione, il recupero, le sistemazioni esterne e impiantistiche;
  • Programmi informatici, diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • Servizi reali per la risoluzione di problematiche di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo, commerciale, produttivo e finanziario. I servizi reali ammissibili sono relativi alle aree di attività: marketing e vendite, organizzazione e sistemi informativi, innovazione.

 

Agevolazioni

Gli aiuti sono riconosciuti nella forma di contributo in conto capitale, concessi a copertura delle spese sostenute.

L’agevolazione non potrà eccedere:

    • Ambito 1: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 8.000 euro per posto letto e comunque fino a 50.000 euro;
    • Ambito 2: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 50.000 euro;
    • Ambito 3: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 50.000 euro.

 

 

L’erogazione del contributo avverrà in un massimo di tre tranche:

  • I^ quota pari al massimo al 40% del contributo a titolo di anticipazione o a titolo di avanzamento della spesa;
  • II^ quota fino ad un massimo complessivo del 90% del contributo al lordo dell’anticipo eventualmente ricevuto;
  • III^ quota nell’ambito del residuo 10%.

Le domande dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al sito http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa, sottoscritte digitalmente e inviate mediante procedura telematica a partire dalle ore 12,00 del 20° giorno alla pubblicazione del bando nel BURC ed entro le ore 12,00 del 14 settembre 2018.

 

BANDO VALORIZZAZIONE BORGHI – REGIONE CALABRIA

L’obiettivo della misura è quello di Valorizzare e promuovere in un’ottica di nuove strategie turistiche i borghi della Calabria, custodi di storia, identità e tradizioni, stimolando proposte e progetti che vengono direttamente dai territori.

 

Beneficiari

I Comuni della Regione Calabria, ad esclusione di quelli che rientrano nella Strategia Regionale per le Aree Urbane, e le reti di Comuni.

 

Ogni soggetto può presentare una sola domanda, per proposte progettuali riconducibili a uno o preferibilmente a più interventi tra quelli considerati ammissibili.

 

Interventi ammissibili

Interventi in grado di promuovere e incentivare la domanda turistica nazionale e internazionale, migliorando l’offerta e l’accoglienza del territorio.

Le proposte progettuali devono riguardare l’intero borgo o una sua parte e sono riconducibili: a:

  • Interventi di miglioramento dell’aspetto estetico dei luoghi e degli edifici pubblici e del tessuto insediativo, realizzati con materiali, sistemi e tecniche costruttive coerenti con i caratteri morfotipologici locali;
  • Recupero e rifunzionalizzazione di edifici e spazi pubblici per la promozione del turismo ecologico, culturale ed enogastronomico;
  • Rifunzionalizzazione di edifici pubblici a spazi espositivi dell’artigianato artistico e di qualità e di degustazione dei prodotti locali;
  • Interventi sul verde pubblico, l’arredo urbano, l’interramento di cavi aerei, il cablaggio delle reti, la mimetizzazione di antenne e elementi che non si confanno alla storia urbanistica dei luoghi e l’abbattimento delle barriere architettoniche;
  • Recupero e riqualificazione di spazi pubblici per favorire una maggiore accessibilità e mobilità interna al borgo;
  • Recupero di immobili per la creazione di “ospitalità diffusa” da realizzare preferibilmente in partenariato con soggetti privati;
  • Realizzazione e potenziamento di centri per l’offerta turistica, di servizi per l’accoglienza e di itinerari ricreativo/turistico-culturali;
  • Iniziative ricreative, culturali e didattiche, in collaborazione con associazioni culturali, reti di imprese, Università, istituzioni scolastiche, per valorizzare gli attrattori culturali e specifici itinerari/reti culturali tematici;
  • Creazione e potenziamento di Cultural e Creative Lab o Cantieri della Creatività in collaborazione con associazioni culturali, reti di imprese, Università, istituzioni scolastiche per la creazione di nuovi contenuti, servizi culturali e artistici;
  • Interventi di promozione, anche intercomunale, di carattere turistico-culturale.

Gli interventi dovranno avere una componente di sperimentazione di modelli innovativi per la gestione delle infrastrutture, favorendo le sinergie con i soggetti privati e l’associazionismo.

 

 

 

Spese Ammissibili

  • Costi di realizzazione di opere pubbliche per il recupero e la rifunzionalizzazione di immobili inutilizzati, per la riqualificazione e l’adeguamento agli standard normativi di settore di immobili di proprietà comunale, incluse le infrastrutture di connessione se funzionali agli obiettivi del progetto,  acquisto arredi e attrezzature;
  • Costi per l’eliminazione di barriere architettoniche e per l’introduzione di soluzioni tecnologiche innovative per la riqualificazione energetica;
  • Costi per il recupero e la riqualificazione di spazi pubblici finalizzati ad una maggiore accessibilità e mobilità interna al borgo;
  • Costi per il miglioramento e l’adeguamento degli arredi e dei servizi urbani e per la manutenzione straordinaria dei luoghi pubblici;
  • Costi per l’acquisizione, la riqualificazione e la rifunzionalizzazione di edifici in stato di abbandono o di degrado da destinare a finalità turistiche e culturali, acquisto arredi e attrezzature;
  • Costi per il recupero e valorizzazione di beni culturali, storici e artistici;
  • Costi per l’organizzazione di iniziative ricreative, culturali e didattiche e di interventi di promozione, marketing e comunicazione;
  • Costi per la creazione e il potenziamento di Cultural e Creative lab o Cantieri della Creatività.

Agevolazioni

Il contributo concedibile è pari al 100% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di importo non inferiore a 300.000 euro.

Il contributo massimo concedibile per beneficiario è di 1.500.000 euro.

 

BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE – REGIONE CALABRIA

L’obiettivo della misura è quello di incrementare e qualificare la quota di esportazione dei prodotti e dei servizi delle imprese regionali sui mercati esteri, favorendo l’apertura del sistema produttivo calabrese.

 

Beneficiari

Possono presentare domanda, in forma singola o associata:

  • Le PMI calabresi;
  • I lavoratori autonomi calabresi, anche in associazione;
  • I consorzi, le società consortili di imprese, le reti di PMI calabresi già costituiti e comprensivi di almeno 4 imprese.

Le iniziative devono necessariamente ricadere nelle aree di innovazione della Smart Specilization Strategy (S3) della Regione Calabria, ossia:

  1. Agroalimentare;
  2. Edilizia sostenibile;
  3. Turismo e Cultura;
  4. Logistica;
  5. ICT e Terziario Innovativo;
  6. Smart Manufacturing;
  7. Ambiente e Rischi Naturali;
  8. Scienze della vita.

 

Interventi ammissibili

Gli interventi devono essere finalizzati a sostenere la realizzazione progetti per l’export, riferiti a non più di due paesi target individuati nel Programma Attuativo 2017/2018 per l’internazionalizzazione e fare riferimento a tali attività:

  • La partecipazione a fiere e saloni internazionali e la realizzazione di eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali;
  • La realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero;
  • La promozione di incontri bilaterali e partnership tra operatori italiani ed esteri;
  • L’attivazione di azioni di comunicazione sui mercati esteri;
  • Il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione;
  • La certificazione per l’export.

 

 

Spese Ammissibili

  • Per la partecipazione a fiere e saloni internazionali e per la realizzazione eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali: la quota di partecipazione, l’affitto e l’allestimento dello stand; l’interpretariato, la traduzione, il servizio hostess e il noleggio di attrezzature e strumenti; gli oneri di trasporto, assicurativi e similari; le spese per la comunicazione; le spese di viaggio e di pernottamento.

 

 

  • Per la realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero: le spese di affitto e di allestimento; il noleggio di attrezzature e strumentazioni; il trasporto di campionari.
  • Per la promozione di incontri bilaterali e partnership: l’affitto sale; le spese di viaggio, di pernottamento e per l’ospitalità di operatori esteri in Italia; le spese per servizi di ricerca e selezione partner e/o distributori all’estero e assistenza forniti da “società di TEM” accreditata dal MISE.
  • Per le azioni di comunicazione sui mercati esteri: le spese per azioni dimostrative dei prodotti e dei servizi; spese per la promozione, quali pubblicità, spot radio e tv, web.
  • Per il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione: le spese per la creazione o l’implementazione dei siti web in inglese e/o nella lingua dei paesi target;  le spese per l’ideazione e la realizzazione di brand; le spese per la redazione di un piano web e social marketing specifico; spese per servizi di affiancamento del personale; le spese per la definizione o la sottoscrizione di accordi di collaborazione e/o di costituzione di joint venture; le spese per analisi di mercato e studi di settore per l’internazionalizzazione; la consulenza specifica di un Temporary Export Manager.
  • Per la certificazione per l’export: le spese per servizi di certificazione di prodotto o aziendali.

 

Agevolazioni

Le agevolazioni «de minimis» sono concesse nella forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di:

  • € 200.000,00 per progetti proposti da consorzi/società consortili, reti di imprese o associazioni tra lavoratori autonomi;
  • € 50.000,00 per progetti proposti da singole PMI o singoli lavoratori autonomi.

L’erogazione del contributo avverrà in un massimo di tre tranche:

  • I^ quota pari al massimo al 40% del contributo a titolo di anticipazione;
  • II^ quota fino ad un massimo complessivo del 90% del contributo al lordo dell’anticipo eventualmente ricevuto;
  • III^ quota nell’ambito del residuo 10%.

 

N.B. Si prega chiunque sia interessato a partecipare al bando, di contattare info@cepi-uci.it o cepitrading@cepitrading.com

CEPI
CEPI
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Lascia un Commento

Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679, l'indirizzo email non sara comunicato a terzi e verra utilizzato solo per l’invio delle comunicazioni della Confederazione CEPI - Leggi Informativa. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Cancel reply

Ultime Notizie

Top Autori

Più Commentati

Video in Evidenza